anziani al pc

Anche quest'anno il progetto di Libera Cittadinanza Onlus è stato finanziato! Sarà quindi possibile presentare domanda di partecipazione non appena sarà pubblicato il Bando ufficiale sul sito del Dipartimento della Gioventù al seguente indirizzo www.serviziocivile.gov.it

Quest’anno, tra le altre cose e per la prima volta, la candidatura dei giovani avverrà esclusivamente in modalità on-line grazie ad una specifica piattaforma, raggiungibile da PC fisso, tablet o smartphone, cui si potrà accedere attraverso SPID, il “Sistema Pubblico d'Identità Digitale”. È una piccola rivoluzione per il servizio civile universale che risponde alla priorità che il nostro Paese si è data di garantire ai cittadini un accesso unico, sicuro e protetto ai servizi della Pubblica Amministrazione e che assicurerà maggiore trasparenza delle procedure. Inoltre, tale modalità, permetterà una riduzione dei tempi dei procedimenti e una semplificazione dei processi, agevolando l’attività del Dipartimento, delle Regioni e Province Autonome e degli enti di servizio civile. Ai giovani verrà dato tutto il supporto necessario per la compilazione della domanda attraverso siti web, semplici manuali, indirizzi mail dedicati e, se necessario, riceveranno assistenza diretta da parte degli enti di servizio civile interessati.

Come gia annunciato dal Dipartimento è preferibile richiedere, anche prima della pubblicazione del Bando, lo SPID con un livello di sicurezza 2.

 

Sul sito dell’AGID - Agenzia per l’Italia digitale ( www.agid.gov.it/it/piattaforme/spid ) sono disponibili tutte le informazioni necessarie, anche con faq e tutorial. Chiaramente la richiesta dello SPID potrà essere effettuata anche dopo la pubblicazione del Bando.

Il progetto presentato quest'anno da Libera cittadinanza Onlus si chiama In-Formazione Digitale 4.0 e interviene nell’area dell’alfabetizzazione informatica di quella fascia di cittadini che maggiormente soffre il Digital Divide. Parliamo della popolazione anziana - e con ciò si intende far riferimento alla popolazione con una età uguale o superiore ai 65 anni - che è uscita dal mercato del lavoro e che non dispone degli strumenti economici e intellettuali per attivare i processi di alfabetizzazione informatica che le consentano di intraprendere un coerente percorso di apprendimento e utilizzo di tali strumenti e che per questo motivo si trova quotidianamente ad affrontare le difficoltà legate all’attivazione di servizi pubblici e privati ormai accessibili esclusivamente o prevalentemente per via telematica. Senza contare l’importanza ormai assunta dai social media nel mantenimento dei contatti interpersonali.

Il progetto intende diffondere i propri benefici all’interno del territorio di Roma Capitale che, per le peculiari caratteristiche sociali e demografiche, maggiormente necessita di politiche attive finalizzate a contenere importanti fenomeni di esclusione che esulano dal censo e dal livello di istruzione pregressa.

Questa fascia di popolazione è peraltro quella per la quale le tecnologie della comunicazione avranno maggiore impatto nel futuro: sistemi di monitoraggio delle funzioni vitali, teleassistenza, robotica applicata alla cura, comunicazione in tempo reale con i familiari e con le strutture di pronto intervento. Il progetto In-formazione Digitale 4.0 si propone di favorire una crescita delle capacità di utilizzo dell’ICT anche e soprattutto per le finalità di assistenza a chi si avvia verso l’ultima fase della propria vita.

Di fatto sono moltissimi gli anziani che si cimentano nell’uso del PC e nella navigazione in internet, rimanendo poi frustrati dalle molteplici piccole difficoltà che incontrano nel percorso di apprendimento e sperimentazione.

Obiettivo generale del progetto In-Formazione Digitale 4.0 è comprendere la condizione della Terza Età in relazione all’utilizzo degli strumenti offerti dall’ICT e diffondere l’alfabetizzazione informatica degli anziani residenti nel territorio del Comune di Roma, per renderli maggiormente indipendenti dall’aiuto dei figli e dei badanti. La platea di riferimento è rappresentata da anziani che siano desiderosi di mantenersi attivi e autonomi il più a lungo possibile, attraverso l’utilizzo delle Tecnologie della Comunicazione e dell’Informazione (ICT), ma che siano esclusi - per limitazioni di carattere fisico, logistico o psicologico - dalla possibilità di seguire corsi d’aula.

La "Scheda Progetto" sarà pubblicata così come previsto dalla normativa al momento della pubblicazione del Bando.

Se hai tra i 18 e i 28 anni e stai cercando una opportunità che unisca la tua crescita professionale ad un intervento che produca utilità sociale scrivi e manda il tuo CV a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Ti contatteremo telefonicamente per proporti un incontro durante il quale offrirti tutte le informazioni necessarie sul progetto e sulle modalità di presentazione della candidatura e se necessario aiuto nella richiesta dello SPID.
 
Per qualunque altro dubbio o chiarimento contattaci al numero 0683390441 o via mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. saremo lieti di poterti aiutare!

Guarda la testimonianza di un volontario che ha concluso il servizio a settembre 2017.

 

Libera Cittadinanza Onlus  © copyright 2016. Tutti i diritti riservati
Via Labicana 62 00184 Roma  -  Via Merulana 134 00185 Roma  -  Infoline 06 83390441  -  CF n. 09814611001